FOTO DA TARVISIO
Foto scelte a caso
Tutte le foto
Newsletter
Indirizzo email
Consulta gli archivi 
 

AVVISO DI SELEZIONE 1 ISTRUTTORE TECNICO CAT. C. PER MOBILITÀ - TERMINE PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE IL 22/05/2017

Il Comune di Tarvisio ricerca, attraverso la procedura di mobilità all'interno del Compartimento unico del Pubblico Impiego della Regione Friuli Venezia Giulia e, in caso di esito negativo, tramite l'istituto di mobilità intercompartimentale, nr.01 Istruttore Tecnico Cat. C posizione economica massima C3 per l'area tecnica, da assumere a tempo pieno e indeterminato. Termine per la presentazione delle domande il 22/05/2017

Logo-tarvisio.jpg

 

COMUNE DI TARVISIO

Provincia di Udine

 

AVVISO DI SELEZIONE PER MOBILITA' COMPARTIMENTALE

 

ED IN CASO DI ESITO NEGATIVO DELLA STESSA

 

PER MOBILITA' INTERCOMPARTIMENTALE

 

Clicca qui sotto per scaricare il bando e la domanda in formato .pdf

 

PDFlogo Bando mobilita 2017 - C - C3 Area Tecnica

PDFlogo Domanda mobilita 2017 - C - C3 Area Tecnica

 

(Da presentare entro il 22/05/2017)

 

 PROT. 0004586/2017

AVVISO DI MOBILITA’ NELL’AMBITO DEL COMPARTO UNICO DEL PUBBLICO IMPIEGO REGIONALE E LOCALE DEL FRIULI VENEZIA GIULIA E  IN VIA RESIDUALE INTERCOMPARTIMENTALE PER LA COPERTURA DI UN POSTO DI ISTRUTTORE TECNICO – CATEGORIA “C”- A TEMPO INDETERMINATO E PIENO, POSIZIONE ECONOMICA MASSIMO C3, DA ASSEGNARE ALL’ AREA TECNICA DEL COMUNE DI TARVISIO.


IL DIRIGENTE DELL’AREA AMMINISTRATIVA


Visti:

-        l’art.4 commi 6 e 7 della L.R.12/2014 e succ. modif. ed int.;

-        l’art.54 della L.R.18/2015 “Assunzioni nelle amministrazioni del comparto unico del pubblico impiego regionale e locale”;

-        l’art. 24 della L.R. 18 del 09 dicembre 2016 (articolo che entrerà in vigore dal 1.6.2017);

-        Il D.Lgs.267/2000 e s.m.i.;

-        Il D.Lgs.165/2001;

-        D.P.C.M. 26 giugno 2015 (Definizione delle tabelle di equiparazione tra i livelli di inquadramento)

-        le delibere di giunta comunale nr. 41/2017 e 81/2017 inerenti la programmazione triennale del fabbisogno del personale;

-        in esecuzione della determina dirigenziale nr:140 del 13/04/2017 ;

 

RENDE NOTO CHE

 

il Comune di Tarvisio indice, con il presente avviso, una selezione per titoli e colloquio finalizzata alla copertura a tempo indeterminato e pieno (36 ore settimanali) tramite mobilità di comparto, ai sensi del comma 6, art.4, L.R. 12/2014 e, in subordine, intercompartimentale, di un posto di Istruttore Tecnico di categoria C, posizione economica massima C 3, che si renderà vacante dal 15 giugno 2017 presso l’Area Tecnica  del Comune di Tarvisio, per lo svolgimento delle funzioni indicate per la categoria C dalle declaratorie di cui all’allegato “A” del CCRL 7.12.2006 e successive modifiche ed integrazioni.

          Pur essendo il presente procedimento aperto a tutti i dipendenti pubblici degli enti di cui all’articolo 1, comma 2, del D.Lgs 165/2001 in possesso sei requisiti di cui al presente avviso, ai sensi e per gli effetti dell’art. 4, comma 6, della L.R. 12/2014 la selezione verrà svolta distintamente per i candidati già dipendenti di enti del comparto unico regionale e locale della Regione Friuli Venezia Giulia e per i candidati dipendenti degli Enti di cui all’art.1, comma 2, D.Lgs. 165/2001. Solo qualora la procedura di mobilità all’interno del comparto unico abbia avuto esito negativo, si procederà alla mobilita extra comparto (intercompartimentale).


Gli interessati potranno presentare domanda rispettando le seguenti prescrizioni:

art.1

Requisiti per l’ammissione alla selezione


1) PER I SOLI DIPENDENTI DI ENTI A CUI SI APPLICA IL CCRL DEL PERSONALE NON DIRIGENTE DEL COMPARTO UNICO DEL FRIULI VENEZIA GIULIA:

 

a)    essere dipendenti a tempo indeterminato presso una Pubblica Amministrazione del Comparto unico del pubblico impiego regionale e locale del Friuli Venezia Giulia con inquadramento in Categoria C, profilo professionale “Istruttore TECNICO” o profilo equivalente per tipologia di mansioni, posizione economica massima C3;

 

2) PER I DIPENDENTI DI ALTRI ENTI A CUI NON SI APPLICA IL CCRL DEL PERSONALE NON DIRIGENTE DEL COMPARTO UNICO DEL FRIULI VENEZIA GIULIA:

 

a)    essere dipendenti a tempo indeterminato presso una Pubblica Amministrazione di cui all’art. 1, comma 2, D.Lgs. 165/2001, con inquadramento in categoria C CCNL dipendenti degli Enti Locali o, per altri Enti o comparti, categoria assimilabile, con profilo professionale di Istruttore Tecnico o profilo equivalente per tipologia di mansioni secondo i criteri di cui al decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 26 giugno 2015 ( definizione delle tabelle di equiparaizone tra i livelli di inquadramento previsti dai contratti collettivi relativi ai diversi comparti di contrattazione del personale non dirigente);

 

b)    per poter dare attuazione alla mobilità intercompartimentale, l’Amministrazione di provenienza del vincitore deve essere soggetta alle medesime limitazioni a cui è soggetto il Comune di Tarvisio (L. n. 244/2007 e circolare Dipartimento F.P. n. 4/2008 e s.m.i.)

 

3) PER TUTTI I CANDIDATI:

 

a)    essere in possesso dell’idoneità psico-fisica alla mansione lavorativa, rilasciata ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e s.m.i.;

b)    essere in possesso di Diploma di istruzione secondaria di secondo grado quinquennale (maturità) rilasciato da Istituti legalmente riconosciuti a norma dell’ordinamento scolastico dello stato (l’eventuale titolo conseguito all’estero dovrà essere stato riconosciuto nell’ambito dell’ordinamento italiano);

c)     essere in possesso della patente di guida di categoria B non soggetta a provvedimenti di revoca e/o di sospensione e in corso di validità;

d)    non aver subito condanne penali e non avere procedimenti penali pendenti con riferimento alle fattispecie delittuose di cui all’art. 16, comma 8, del C.C.R.L. F.V.G. 26/11/2004.

e)  non essere incorsi in procedimenti disciplinari conclusi con sanzione superiore al rimprovero verbale nel corso dei due anni precedenti la data di pubblicazione del presente avviso

f)    non avere procedimenti procedimenti disciplinari in corso.

 

In caso contrario è fatto obbligo di indicare le sanzioni disciplinari eventualmente subite nel corso del biennio precedente la presentazione della domanda o gli eventuali procedimenti disciplinari in corso, fattispecie per le quali l’Amministrazione, oltre ad avere la facoltà di svolgere eventuali ulteriori approfondimenti presso l’Amministrazione procedente, si riserva di valutare l’ammissione del candidato alla procedura di mobilità a proprio insindacabile giudizio;

 

I requisiti necessari all’ammissione e gli altri titoli dichiarati devono essere posseduti alla data fissata come termine ultimo per la presentazione delle domande di ammissione. La carenza anche di uno solo dei suddetti requisiti comporterà la non ammissibilità alla procedura di mobilità.

 

art.2

Domanda e termine di presentazione

 

Le domande di ammissione alla selezione, redatte su carta semplice, dovranno pervenire entro il termine perentorio del 22/05/2017, durante gli orari di apertura al pubblico, all’ufficio protocollo del Comune di Tarvisio, via Roma, nr. 3 - 33018 Tarvisio (Ud) oppure essere spedite, entro tale data:

- tramite raccomandata con avviso di ricevimento nel qual caso farà fede il timbro dell’ufficio postale accettante,

- se provenienti da casella di posta elettronica ordinaria spedite esclusivamente al seguente indirizzo ordinario affari.generali@com-tarvisio.regione.fvg.it,

- se provenienti da casella di posta elettronca certificata (PEC) spedite esclusivamente al seguente indirizzo PEC comune.tarvisio@certgov.fvg.it (le domande provenienti da caselle di posta elettronica normali ed indirizzate alla casella di posta elettronica PEC vengono rifiutati dal sistema)

L’ufficio non assume responsabilità per la dispersione di comunicazioni dipendenti da mancata o tardiva comunicazione del cambiamento di indirizzo, né per eventuali disguidi postali o telegrafici, o per la mancata accettazione da parte di sistemi di posta elettronica certificata e non, o comunque imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o casi di forza maggiore.

Le domande di ammissione dovranno essere sottoscritte con firma autografa  e corredate da copia del documento di riconoscimento del sottoscrittore in corso di validità (non soggetti ad autenticazione).

 

Le domande provenienti da caselle di posta elettronica normale o caselle di posta elettronica certificata dovranno essere sottoscritte in maniera autografa, corredate di copia del documento di identità del sottoscrittore e poi digitalizzate tramite scanner in formato .PDF oppure sottoscritte tramite firma digitale esclusivamente nei seguenti formati: CADES (busta .p7m contenente il file .pdf) o PADES (file in formato.pdf)

 

Alle domande sottoscritte e corredate del documento di identità del sottoscrittore dovrà essere allegata anche una copia datata e sottoscritta del curriculum vitae e professionale del concorrente;

 

Le dichiarazioni rese e sottoscritte nella domanda di partecipazione alla procedura e nell'allegato curriculum vitae e professionale hanno valore di "dichiarazioni sostitutive di certificazioni" e di "dichiarazioni sostitutive dell'atto di notorietà" ai sensi del DPR 445/2000.

 

Si ricorda che, ferme restando le conseguenze penali previste dall'art. 76 del DPR 445/2000 per le dichiarazioni mendaci, la falsità in atti e l'uso di atti falsi, qualora emerga da successivi controlli la non veridicità del contenuto delle autocertificazioni rese dal candidato, egli decade dalla partecipazione alla procedura e dall'eventuale assunzione (art. 75 del citato DPR 445/2000).

 

art. 3

REGOLARIZZAZIONE DELLA DOMANDA E DEI DOCUMENTI

 

Nel caso in cui dall’istruttoria risultino omissioni od imperfezioni nella domanda, il concorrente verrà invitato a provvedere al suo perfezionamento, entro il termine stabilito nella richiesta di regolarizzazione, pena l’esclusione dalla procedura selettiva.

 

Non è sanabile e comporta comunque l’esclusione dalla procedura l’omissione nella domanda:

a) del cognome e nome, della data e luogo di nascita, del domicilio o recapito del candidato;

b) della firma del candidato a sottoscrizione della domanda;

c) della copia fotostatica di un valido documento di identità del sottoscrittore

 

Sono altresì esclusi dalle procedure:

- i candidati che non si presentano per sostenere il colloquio alla data prestabilita, nel luogo prestabilito;

- i candidati che non provvedano al puntuale riscontro, nei tempi assegnati dall'Ufficio del personale, delle richieste di chiarimento e/o integrazione in merito alle istanze presentate;

 

Nel caso non venisse specificata la votazione del titolo di studio conseguito, lo stesso non sarà oggetto di valutazione.

 

Art. 4

CRITERI DI VALUTAZIONE

 

A ciascun candidato ammesso alla procedura selettiva è attribuibile il punteggio massimo di 45 punti, così ripartito:

- massimo 15 punti per titoli di studio, titoli di servizio, curriculum vitae e professionale, percorsi formativi;

- massimo 30 punti per colloquio individuale.

 

Non saranno considerati idonei i candidati che riporteranno al colloquio un punteggio inferiore a 24/30.

 

Valutazione dei titoli

 

- Titoli di studio: il punteggio massimo attribuibile è pari a 3 punti, come di seguito specificato:

 

punti 1 per il possesso di titolo di studio superiore a quello richiesto per l’accesso dall’esterno, purché attinente alla professionalità correlata al posto da coprire ed idoneo ad evidenziare ulteriormente il livello di qualificazione professionale;

 

punti 0,5 per ogni altro titolo di specializzazione o abilitazione o qualificazione professionale riferibile al posto da ricoprire, acquisito con superamento di esame finale, purché attinente alla professionalità correlata al posto da coprire ed idoneo ad evidenziare ulteriormente il livello di qualificazione professionale e qualora il possesso di tale titolo non sia richiesto quale requisito per partecipare alla selezione.

 

- Titoli di servizio: sono valutate le seguenti attività per un massimo di 9 punti:

 

punti 1,2 per ogni anno di servizio (punti 0,1 per ogni mese o frazione superiore a 15 giorni) prestato, sia a tempo determinato che indeterminato, presso Amministrazioni Pubbliche con collocazione nella medesima categoria e stesso profilo professionale (o equivalente) del posto da ricoprire;

 

punti 2,4 per ogni anno di servizio (punti 0,2 ogni mese o frazione superiore a 15 giorni) prestato, sia a tempo determinato che indeterminato, presso Amministrazioni Pubbliche con collocazione nella medesima categoria e stesso profilo professionale (o equivalente) e con svolgimento dell’attività lavorativa nello stesso o in analogo servizio rispetto a quello del posto da ricoprire;

 

Il servizio prestato a tempo parziale sarà proporzionalmente ridotto.

 

Ai fini dell’attribuzione del punteggio, i servizi prestati in più periodi verranno sommati. –

 

- Curriculum vitae e professionale: viene valutato per un massimo di punti 3 prendendo in considerazione specificatamente:

- conoscenze di lingue straniere attestate, massimo punti 1 ;

- conoscenze informatiche attestate, massimo punti 1 ;

- corsi di formazione frequentati nel periodo lavorativo, massimo punti 1

 

 

- Valutazione del colloquio. Il colloquio effettuato dalla Commissione selezionatrice è finalizzato alla verifica del possesso dei requisiti attitudinali, motivazionali e professionali richiesti per il posto da ricoprire nonché le conoscenze tecniche afferite al profilo profesisonale.

 

La Commissione valuterà il colloquio tenendo conto dei seguenti criteri di valutazione:

 

-preparazione professionale specifica alle mansioni del posto da ricoprire;

- conoscenza di tecniche di lavoro, o di procedure predeterminate necessarie all’esecuzione del lavoro e grado di autonomia (compreso l’utilizzo dei più diffusi sistemi di videoscrittura per l’elaborazione di testi e fogli di calcolo e disegno CAD);

- attitudine e motivazione al posto per il quale avviene la selezione

 

La Commissione, immediatamente prima dello svolgimento della sessione dei colloqui, predeterminerà le modalità di espletamento degli stessi e, qualora lo ritenga opportuno, potrà integrare i suddetti criteri di valutazione, rendendolo noto ai candidati presenti prima del colloquio.

 

art. 5

Calendario del colloquio

 

Gli elenchi degli ammessi al colloquio individuale e l’avviso inerente la data e l’ora di svolgimento dei colloqui individuali saranno pubblicati sul sito web del Comune: www.comuneditarvisio.com – sottosezione albo pretorio on-line e nella sezione avvisi.

Gli elenchi degli ammessi saranno distinti per i dipendenti appartenenti al comparto unico del personale non dirigente della Regione Friuli Venezia Giulia e dipendenti della altre amministrazioni pubbliche.

La pubblicazione dell’avviso e degli elenchi dei candidati avverrà almeno quindici giorni prima della data di convocazione al colloquio individuale.

La pubblicazione sul sito istituzionale del Comune ha valore di notifica a tutti gli effetti ed assolve qualsiasi obbligo di comunicazione.

Sarà cura di ogni candidato accertare la propria ammissione attraverso la consultazione del sito internet citato.

I candidati ammessi sono tenuti a presentarsi presso la sede e nella data e ora indicati nell’avviso sopra detto, muniti di un valido documento di riconoscimento.

I candidati che non dovessero presentarsi al colloquio saranno considerati rinunciatari ed esclusi dalla procedura selettiva.

 

 

art. 6

Approvazione della graduatoria di merito e costituzione del rapporto di lavoro

 

Verranno formulate due distinte graduatorie:

- una formata dai candidati dipendenti a tempo indeterminato presso altre Amministrazioni del Comparto Unico del Pubblico Impiego Regionale e Locale del Friuli Venezia Giulia;

- una formata dai candidati dipendenti a tempo indeterminato presso uno degli enti individuati dall’art. 1, comma 2, del D.Lgs. 165/2001, da utilizzare in subordine alla prima solo nel caso in cui il procedimento di mobilità all’interno del Comparto Unico abbia esito negativo.

 

Le graduatorie finali verranno formulate dalla commissione giudicatrice secondo l’ordine decrescente del punteggio finale ottenuto dai candidati, dato dalla somma del punteggio attribuito ai titoli e del voto riportato nel colloquio con l’osservanza, a parità di punteggio, delle preferenze previste dalla legge e dichiarate dai candidati nella domanda di partecipazione e saranno rese note al termine dello svolgimento dei colloqui individuali, tramite affissione presso la sede Municipale.

 

Le graduatorie finali formulate dalla commissione giudicatrice saranno successivamente approvate con determinazione dirigenziale ed avranno il loro effetto giuridico dal giorno di pubblicazione sul sito istituzionale dell’ente, nella seziona Albo Pretorio.

 

Le graduatorie approvate con determina dirigenziale e pubblicate sul sito istituzionale dell’Ente verranno utilizzate secondo la priorità sopra esposta e sono efficaci per la sola copertura del posto a cui la presente procedura si riferisce e non producono graduatorie di idonei

 

Il vincitore della selezione sarà oggetto di cessione del contratto del contratto individuale di lavoro da parte dell’Amministraizone di appartenenza nei tempi e nei modi previsti dalla normativa della Regione Friuli Venezia Giulia

 

Il contratto sarà stipulato a tempo indeterminato e pieno, ai sensi del CCRL del personale del comparto unico non dirigenti vigente al momento dell’assunzione, ai sensi del C.C.R.L. del Comparto Unico – Area non dirigenti, conservando la posizione giuridica e il trattamento economico previsti per la posizione di inquadramento acquisiti fino all'atto del suo trasferimento, compresa l'anzianità maturata.

 

Ai dipendenti provenienti da altri enti del Comparto Unico del personale non dirigente della Regione Friuli Venezia Giulia si applica l’art. 27 CCRL 7.12.2006, mentre ed ai dipendenti degli altri enti si applica la disciplina indicata all’art. 30 del D.Lgs. 165/2001.

 

Il vincitore della selezione che verrà assunto a seguito di mobilità esterna è esonerato dall’obbligo del periodo di prova, qualora lo abbia già superato presso l’Amministrazione di provenienza.

 

 

Per i dipendenti da Enti del Comparto Unico, nel caso in cui non intervenisse un accordo con l’Amministrazione cedente, troverà comunque applicazione l’art. 4 della L.R. 12/2014, ove si prevede che l’assunzione del vincitore avviene decorsi 90 giorni dalla comunicazione all’Amministrazione di provenienza dell’individuazione del dipendente vincitore, fatta salva la possibilità per le amministrazioni di concordare un termine inferiore.

 

Le assunzioni saranno subordinate alla verifica del rispetto dei vincoli in materia di patto di stabilità e dei limiti della spesa del personale, nonché al rispetto di ulteriori vincoli normativi in tale materia introdotti da norme successive o rese applicabili alla Regione successivamente alla pubblicazione del presente bando.

 

In caso di impossibilità a perfezionare la procedura di mobilità o di rinuncia al trasferimento da parte del vincitore, si procederà allo scorrimento della graduatoria.

 

art. 7

Verifica delle dichiarazioni

 

L'amministrazione si riserva di controllare la veridicità delle dichiarazioni rese dai candidati, anche successivamente all'eventuale immissione in servizio.

Nel caso in cui dagli accertamenti emerga la non veridicità delle dichiarazioni rese, l'autore delle stesse perderà in qualsiasi tempo il beneficio acquisito sulla base della dichiarazione non veritiera e l'Amministrazione si riserva di risolvere senza preavviso il contratto eventualmente già stipulato, nonché di effettuare le dovute segnalazioni alle autorità competenti.

 

 

art. 8

Norme finali

 

Per quanto non disciplinato dal presente avviso, saranno applicate le disposizioni vigenti.

Il presente avviso viene pubblicato nel rispetto:

-        del codice delle pari opportunità tra uomo e donna (D.Lgs. n. 198/2006);

-        della normativa in materia di documentazione amministrativa (D.P.R. n. 445/2000);

-        del codice in materia di protezione dei dati personali (D.Lgs. n. 196/2003).

Il presente avviso costituisce ad ogni effetto comunicazione di avvio del procedimento ai sensi dell'art. 7 della L. n. 241/1990, e successive modificazioni e integrazioni, una volta che sia intervenuto l'atto di adesione allo stesso da parte del candidato, attraverso la presentazione della domanda di ammissione.

Ai sensi della legislazione vigente il Comune di Tarvisio si impegna a rispettare il carattere riservato delle informazioni fornite dai candidati e a trattare i dati solo per le finalità connesse al procedimento.

La procedura di mobilità di cui al presente avviso resta soggetta a qualsiasi futura e diversa disposizione che dovesse venire adottata in ordine al suo svolgimento e all’assunzione del candidato vincitore, pertanto il Comune di Tarvisio si riserva la facoltà di revocare, sospendere o prorogare, non procedere all’assunzione del vincitore in qualunque fase il procedimento, che deve intendersi non impegnativo né vincolante per l'Ente.

Tutte le domande di mobilità eventualmente presentate al Comune di Tarvisio prima della pubblicazione del presente avviso non saranno prese in considerazione ai fini della presente procedura.

Per qualsiasi ulteriore informazione gli interessati possono rivolgersi all'Ufficio Personale all'indirizzo e-mail: ufficio.personale@com-tarvisio.regione.fvg.it.

Il presente avviso e l'allegato modulo di domanda sono reperibili sul sito internet www.comuneditarvisio.com.

 

Tarvisio, 20 aprile 2017

 

                                                                     IL DIRIGENTE DELL’AREA AMMINISTRATIVA

                                                                                f.to dott. Doriguzzi Zordanin Evaristo

 

archiviato sotto: