FOTO DA TARVISIO
Foto scelte a caso
Tutte le foto
Newsletter
Indirizzo email
Consulta gli archivi 
 

Transfrontaliero

Descrizione della cooperazione e dell’impatto transfrontaliero
 
Per la realizzazione del progetto sarà necessaria una solida cooperazione transfrontaliera che parte comunque da una base già preesistente di contatti, collaborazioni ed esperienze nei precedenti anni. Tramite queste attività si prevede di arrivare e consolidare le attività congiunte di superamento degli ostacoli derivanti dalle differenze linguistiche e dalla diversità dei sistemi amministrativi, giuridici e sociali, dell’istruzione, della cultura, della comunicazione e della protezione civile attraverso interventi di collaborazione e armonizzazione.

Nell’ambito del presente progetto si prevede di potenziare soprattutto i seguenti aspetti:
- Massima collaborazione e coinvolgimento preliminare dei partner sloveni nella fase della impostazione, progettazione ed esecuzione del progetto;
- Massimo coinvolgimento del gruppo linguistico minoritario sloveno in tutte le attività del progetto;
- Partecipazione alle attività, iniziative, eventi e manifestazioni sportive, culturali e artistiche per tutti gli interessati italiani e sloveni;
- Ottima copertura dell’area eleggibile con l’esistenza di 2 soggetti partner su territorio sloveno;
- Massima sinergia con le priorità fissate dai documenti di programmazione biennali sloveni relativi al programma Phare CBC Slovenia-Italia 2000-2006;
- Creazione e collegamento in rete con le altre associazioni, partner e collaboratori del progetto italiani e sloveni;
- Utilizzo comune e diffusione dei risultati del progetto soprattutto nell’ottica della sua replicabilità sul confine trilaterale italiano-austriaco-sloveno nei prossimi anni;
- Continuazione della cooperazione anche dopo la conclusione del finanziamento FESR.

Ai fini della valutazione della qualità della cooperazione transfrontaliera, si rimarca che il presente progetto prevede:
- Cooperazione - coinvolgimento preliminare nella fase di progettazione dei partner sloveni;
- Realizzazione congiunta italo-slovena di almeno una parte del progetto;
- Utilizzo comune dei risultati del progetto e creazione di reti tra autorità/imprese/associazioni locali;
- Continuazione della cooperazione anche dopo la conclusione del finanziamento FESR;
- Grado di copertura dell’area Interreg (esistenza di due soggetti coinvolti nei punti precedenti);
- Sinergia con le priorità fissate dai documenti di programmazione biennali sloveni (Grant Scheme e Small Project Fund).

Ai fini della valutazione dell’impatto transfrontaliero, si rimarca che il progetto prevede:
- Superamento di specifiche barriere giuridiche, amministrative, linguistiche e culturali e contributo allo sviluppo di standard comuni;
- Creazione e sviluppo di reti settoriali transfrontaliere;
- Miglioramento del flusso informativo tramite regolari scambi di informazioni tra strutture coinvolte nella predisposizione ed esecuzione dei progetti;
- Riproducibilità del progetto;
- Fruibilità da parte di un’utenza transfrontaliera;
- Contributo alla valorizzazione del patrimonio artistico, storico e culturale del territorio;
- Incremento delle presenze turistiche;
- Creazione di nuova occupazione;
- Collaborazione e integrazione nell’ambito della cultura, dello sport e del sociale.

Ai fini della valutazione dei specifici criteri preferenziali previsti nel presente bando, si rimarca che il progetto prevede:
- Massimo coinvolgimento della minoranza slovena nella fase progettuale ed esecutiva del progetto con il coinvolgimento di più di 5 associazioni della minoranza slovena (5 punti);
- Presenza di 2 comuni partner sloveni (2 punti).

Si prevede inoltre di valutare nell’ambito delle attività organizzative del progetto, la possibilità di presentazione di un progetto speculare presentato dai partner sloveni per attuare la possibilità di una collaborazione più attiva e concreta attraverso sia strumenti comunitari (Phare CBC – bandi di fine anno 2003) e nazionali sloveni (Fondo della Repubblica Slovenia per lo sviluppo regionale - bando 2003).